Salute & Benessere

Dolori mestruali, combattili con lo yoga

Molte donne soffrono di dismenorrea, ovvero di un ciclo doloroso e, sovente, accompagnato anche da un flusso abbondante. In questi casi, i giorni del ciclo possono diventare un vero e proprio tormento che non dà pace e tregua fino al terzo o quarto giorno di flusso mestruale. Per certe donne, in queste condizioni, diventa difficile anche lavorare. Ma come si può ovviare al problema e ridurre il disturbo? Le soluzioni che si presentano sono tante, ma non sono efficaci allo stesso modo per tutte le donne, quindi per diversi dolori mestruali esistono vari rimedi per ogni donna, o quasi.

Alcune donne, oltre a questi disturbi già menzionati, manifestano anche fortissimi mal di testa e febbre. Questo avviene perché, appunto, la percezione del dolore non è per tutte la stessa. E si deve testare per capire quello che ha i migliori risultati su ciascuna. Molte hanno trovato sollievo ai dolorosi crampi al basso addome grazie ad alcuni esercizi di yoga. Niente di miracoloso: al contrario, si può spiegare tutto con molta facilità. Il discorso è che lo yoga aiuta a rilassare la muscolatura e di conseguenza il dolore dei crampi trova sollievo.

Ma quali sono gli esercizi più indicati per trovare immediato sollievo e, soprattutto, quali sono quelli più alla portata di chi, per esempio, non ha mai fatto yoga? Ovviamente diciamo subito che chi pratica costantemente lo yoga parte avvantaggiato perché questa disciplina non consiste solo nel provare specifiche posizioni ma anche, e soprattutto, nel trovare la giusta concentrazione. Ci sono, comunque, diverse posizioni facili e alla portata di tutti. La cosa fondamentale è quella di concentrarsi sia nella corretta esecuzione dei movimenti sia nel trovare un’armonia interna, un equilibrio che ci consenta di alleviare le tensioni e di eliminare lo stress. 

dolori mestruali

Una delle posizioni più semplici consiste nel sedersi a terra e piegarsi in avanti. Meglio non sforzare troppo se si è abituati a non fare alcun movimento. Si posizionano, quindi, i pugni sull’addome e ci si piega ancora in avanti, cercando di comprimere i muscoli addominali. Se il dolore non passa subito o non si lenisce, si possono eseguire ancora altre posizioni, cercando sempre di aumentare la concentrazione il più possibile. Fondamentale è la respirazione: bisogna inspirare ed espirare mentre si eseguono i movimenti che devono essere il più lenti e precisi possibile. 

Tuttavia ci sono dei casi in cui purtroppo il sollievo tarda a sentirsi e allora, per non compromettere le normali funzioni quotidiane, conviene assumere dei farmaci. Scopri quali sono per i dolori mestruali i rimedi farmacologicihttp://www.buscofen.it/ciclo-mestruale.php.

Canzone: Yoga di Janelle Monáe feat. Jidenna

Previous Post Next Post

You Might Also Like

No Comments

Rispondi