torcicollo
Salute & Benessere

Torcicollo e psicosomatica: cause, rimedi e significati

Il torcicollo, chiamato anche cervicalgia, è un vero fastidio che si presenta sia nei cambi di stagione che durante i periodi di maggiore stress o in seguito al sollevamento di pesi in modo errato. Le conseguenze sono un vero e proprio disagio, con dolore continuo al collo e alla zona superiore delle spalle. La cervicalgia quindi sembra apparentemente un problema a carico dell’apparato muscolo-scheletrico, in verità però questo disturbo nasconde delle difficoltà psicofisiche che vanno oltre il dolore e devono essere ascoltate con attenzione. Vediamo di scoprire insieme cosa dice la psicosomatica sul torcicollo e cosa fare in queste situazioni.

 

Torcicollo cause e rimedi

torcicollo cause e rimediLe cause del torcicollo sono numerose. Prime fra tutte possiamo citare la sedentarietà e le posture sbagliate. Stiamo seduti alla scrivania per ore con il collo sempre nella stessa posizione diretto verso il monitor. Un’altra delle cause torcicollo più comuni riguarda i movimenti scorretti, come l’alzare pesi che sollecita il collo in maniera improvvisa. Proprio per questo motivo sono più soggette alla cervicalgia le persone che per lavoro devono continuamente spostare cose pesanti oppure vivono stress fisici frequenti.

Ultimi, ma non meno importanti, sono gli sbalzi di temperatura che, oltre ad incidere spesso sull’umore, portano un danno alle zone più esposte come colonna vertebrale e collo . Si parla di differenze repentine di temperatura, dai 5 ai 20° C. Un esempio? Basti pensare in estate quando fuori sono 30°C ed entriamo in un negozio dove l’aria condizionata è al massimo, oppure in inverno stare per ore in casa o in auto con il riscaldamento acceso, per poi uscire a temperature glaciali.

 

Cosa dice la psicosomatica?

Il collo è una zona di collegamento fra il capo e il busto. Sorregge tutto il peso della testa e in più è un’area di passaggio di sostanze nutritive necessarie per la nostra sopravvivenza e di impulsi nervosi che consentono il movimento e le funzioni di tutto l’organismo, inclusa la respirazione e la digestione. Non dimentichiamo infatti che nel collo passano la trachea e l’esofago!

Secondo le discipline olistiche però il collo è anche ritenuto la direzione e lo è da sempre. L’uomo preistorico per procacciare il cibo doveva muoversi perfettamente, prendere decisioni veloci e girare il collo verso una direzione o l’altra per dare una rapida occhiata e scappare, salvando la propria vita. Oggi sicuramente tutto è diverso, ma nonostante la tecnologia e le nuove forme di sapere siamo fatti della stessa materia. Nel collo poi ha sede la tiroide, un organo importantissimo che regola tutte le funzioni, inclusi i polmoni e il cuore. Quando il collo decide di bloccarsi quindi dobbiamo chiederci se qualcosa nella direzione che abbiamo preso non ci rende poi così felici.

 

Rimedi torcicollo

Di sicuro il riposo è la migliore soluzione per far passare la cervicalgia e di per sé è sempre il rimedio più efficace. La Riflessologia Vietnamita paragona il movimento articolare del collo a quello dei polsi e delle caviglie. Secondo questa disciplina quindi attivando queste due zone con movimenti circolari per 3 minuti ogni ora si inviano segnali di rilassamento anche al collo.

L’automassaggio è poi un altro rimedio torcicollo molto efficace. Non un massaggio qualsiasi però. La Riflessologia Plantare insegna che massaggiare le caviglie aiuta ad eliminare le tensioni, mentre per il collo possiamo agire sull’alluce, dalla base dell’unghia al metatarso.

Ultimo rimedio efficace è lavorare su se stessi e interrogarsi su quali sono le cose che non ci rendono sereni e felici. Mettendo al centro la nostra persona aiuteremo anche il collo a stare meglio e ad evitare questo tipo di fastidi in futuro!

>>LEGGI ANCHE: Valgomed recensione: cos’è, come funziona, quanto costa e dove trovarlo<<

Previous Post Next Post

You Might Also Like

No Comments

Rispondi