acqua blu solarizzata
Cura della persona

Acqua blu solarizzata per guarire il corpo e l’anima

Hai mai sentito parlare dell’acqua blu solarizzata? Se hai letto il libro Zero Limits di Joe Vitale sicuramente sì, altrimenti vale la pena dargli un’occhiata.

Joe Vitale, guru del marketing online, formatore e divulgatore di metodi di crescita personale già noto grazie al libro The secret di Rhonda Byrne (altra lettura consigliata) tramite il suo libro Zero Limits ha fatto scoprire al mondo l’acqua blu solarizzata e i suoi benefici.

In realtà nel libro si parla soprattutto d’altro. Joe Vitale presenta infatti ai lettori il Dottor Ihaleakala Hew Len, maestro di un’antica tecnica hawaiana di guarigione dell’anima dal nome non facile: Ho’oponopono. Fra le pagine però il Dottor Ihaleakala intervistato da Joe Vitale parlando dell’importanza di idratare il corpo svela proprio i vantaggi dell’acqua blu solarizzata. Il libro diventa un Best-seller e quest’acqua dal nome curioso inizia a diffondersi.

Ma che cos’è l’acqua blu solarizzata?

L’acqua blu solarizzata è in grado di curare le ferite emotive dell’anima che incidono negativamente sulle scelte della nostra vita, creando un circolo vizioso dal quale non è facile uscire. Ha un sapore vellutato e riequilibra il corpo, purificandolo ed energizzandolo. E la cosa più bella è che si può preparare facilmente in casa. Per questo si tratta di un metodo adatto a tutti.

Prima di tutto dobbiamo ricordare che il corpo umano è fatto principalmente d’acqua. L’acqua è un elemento fondamentale per la vita. Mette infatti in comunicazione le cellule, trasporta i nutrienti, elimina le scorie e regola la temperatura corporea. Trovare l’acqua significa trovare la vita. Non è un caso infatti che le principali ricerche ed esplorazioni sul suolo di Marte siano sempre volte a trovare la conferma di una presenza di acqua.

L’importanza dell’acqua è quindi fuori discussione, ma vi sono altri due elementi che rendono l’acqua blu solarizzata il rimedio per curare la nostra mente e la nostra anima. Ma prima di parlarne dobbiamo capire come si crea quest’acqua.

Come si fa l’acqua blu solarizzata

Il procedimento è molto semplice basta inserire in una bottiglia di vetro del colore blu dell’acqua naturale anche di rubinetto (meglio evitare quella acquistata in bottiglie di plastica) ed esporla al sole per un periodo che va da un minimo di un’ora ad un massimo di 12 ore. E’ importante rispettare questi limiti temporali.

Successivamente l’acqua blu solarizzata può tranquillamente essere messa in frigo o travasata in altre bottiglie anche di plastica. Per avere effetti sul corpo e sulla mente deve essere ovviamente bevuta e l’importante è farlo a piccoli sorsi. Questa è una delle regole fondamentali per l’utilizzo di quest’acqua che aiuta il nostro subconscio ad eliminare pensieri negativi e limitanti, permettendoci di ritrovare la libertà emotiva.

L’acqua blu solarizzata può essere anche utilizzata per lavarsi e per fare il bucato.

I due elementi: ma perché il blu e il sole?

Il quinto chakra è rappresentato dal colore blu, chiamato anche chakra della gola ed è quello che permette all’energia di fluire dal basso verso l’alto e viceversa. Un sorta di ponte quindi tra il fisico e lo spirituale. Non a caso il blu è il colore della calma, in grado di rilassare il corpo e lo spirito, imparando a lasciar correre. Il sole invece rappresenta l’energia che dà la vita, purifica l’acqua e la ricarica.

Non ti resta che provare questa acqua dai poteri magici per il corpo e la mente!

>> LEGGI ANCHE: Le creme emozionali per la pelle <<

Previous Post Next Post

You Might Also Like

No Comments

Rispondi