infezione vaginale
Salute & Benessere

Allarme infezione vaginale: ad ogni problema una soluzione

La vaginite è un’infiammazione che colpisce molte donne, almeno una volta nel corso della vita. Causata da batteri, protozoi, funghi e virus, le forme più comuni di infezione vaginale sono: candidosiclamidiaherpes genitale e gonorrea. Ma quali sono i primi sintomi di infiammazione vaginale? Quali sono le cause scatenanti e i possibili rimedi naturali? Scopriamolo assieme!

Infezione vaginale sintomi

Alcuni tipi di infiammazione vaginale sono asintomatiche, di conseguenza non facilmente riscontrabili, altre invece presentano sintomi ben chiari. Tra le prime avvisaglie che indicano che qualcosa non va si annoverano:

  • prurito;
  • vagina gonfia;
  • perdite maleodoranti;
  • difficoltà nella minzione;
  • arrossamenti;
  • bruciore;
  • disagi durante i rapporti sessuali.

Questi sintomi si presentano in modo diverso in base al tipo di infiammazione vaginale e possono ripresentarsi più volte nel corso della vita, sia se curate naturalmente che tramite terapie specifiche. 

Cause infezione vaginale

La vagina è la zona più delicata del corpo di una donna e per questo motivo è quella più soggetta ad infezioni. Alcune di queste possono essere causate da rapporti sessuali non protetti o da un’igiene intima non corretta, altre invece dall’utilizzo di biancheria non adatta al proprio tipo di vagina oppure ad una bassa difesa immunitaria. L’infezione vaginale, quindi, può avere origine da vari fattori. Oltre a quelli già elencati si annoverano anche:

  • squilibrio nella flora vaginale;
  • antibiotici;
  • sapone;
  • fumo;
  • ciclo mestruale;
  • assunzione di troppi zuccheri.

In particolare durante il ciclo mestruale si verificano dei cambiamenti ormonali che favoriscono l’insorgenza di infezioni vaginali, mentre il fumo può compromettere le funzioni antibatteriche nel nostro corpo.

LEGGI ANCHE >> ALLERGIE PRIMAVERILI? NO PROBLEM!

Ogni forma di infezione vaginale, inoltre, presenta delle cause ben specifiche e adesso scopriremo assieme i sintomi e i possibili rimedi dei quattro tipi più ricorrenti di infiammazione vaginale.

Candidosi

La candidosi è un’infezione vaginale dovuta al fungo candida albicans che si trova già, seppur in forma latente, nell’organismo. In seguito a terapie antibiotiche, diete troppo ricche o scarso apporto di minerali e vitamine, questo fungo si attiva e provoca la candidosi. Entrando nei dettagli, parliamo della candida sintomi. Tra questi si annoverano: perdite vaginali biancastre, arrossamento della mucosa e possibile presenza di afte.

candidosi

Candidosi: i rimedi

Se si soffre di questo tipo di infezione vaginale, che può anche presentarsi come candidosi virale, si consiglia di mangiare tanto l’aglio che aiuta a fortificare le difese immunitarie. Allo stesso tempo si consiglia di mangiare cereali integrali, legumi, ma anche uva, limone, pompelmo, mora, mirtillo, ciliegia e pera. Da evitare, invece, l’assunzione di frutta contenente molti zuccheri, come cachi, fichi, datteri e pesche. L’alimentazione più appropriata presenta, infatti, un basso apporto di zuccheri e prodotti lievitati.

È opportuno mangiare il riso due volte a settimana. Tra gli altri prodotti da utilizzare per contrastare la candidosi si citano anche verga d’oro, pau d’arco e ratania. Da non dimenticare, inoltre, i fiori di Bach: quest’ultimi sono in grado di agire principalmente dal punto di vista emozionale aiutando a combattere questa problematica.

Clamidia

Infezione vaginale che si trasmette per via sessuale, la clamidia colpisce sia uomini che donne. È provocata dalla Chlamydia trachomatis, un batterio che può essere trasmesso durante un rapporto sessuale non protetto. Una donna, affetta da questa infezione al momento del parto, può trasmetterla al proprio bambino che, di conseguenza, può soffrire di infiammazioni a polmoni o occhi. I sintomi della clamidia sono spesso poco evidenti e per questo motivo spesso nemmeno ci si accorge di esserne affetti.

clamidia

Clamidia: i rimedi

Se invece si manifestano alcuni sintomi, questi possono essere: perdite maleodoranti, prurito, irritazioni, dolori alla schiena e al basso ventre, nausea, febbre, dolori durante i rapporti sessuali, infezioni alla gola, irritazione anale.

Trattandosi di un batterio, non esistono rimedi naturali in grado di combattere da soli la clamidia. Tuttavia è possibile mangiare alcune alimenti che, abbinati alle cure farmacologiche, permettono di alleviare i sintomi di questa infezione vaginale. In particolare si consiglia di seguire un’alimentazione ricca di fibre in grado di garantire la ripresa della flora batterica. Allo stesso tempo è possibile bere alcune tisane in grado di favorire l’attività degli antibiotici, come rosmarino, timo, camomilla, menta, salvia e lavanda.

Herpes genitale

L’herpes genitale è un’infezione vaginale i cui sintomi possono essere curati grazie all’utilizzo di validi rimedi naturali. Provocato dall’infezione di due ceppi virali, il virus che provoca questa infezione può vivere in uno stato latente per tutta la vita di una persona. Tra i principali sintomi di questa infezione vaginale si annovera la presenza di vescicole su genitali, glutei, cosce e inguine.

herpes genitale

Herpes genitale: i rimedi

Conseguenza di queste vescicole sono senso di bruciore e dolore. Alcune forme di herpes genitale, invece, possono provocare eruzioni cutanee come gonfiore e rossore.

Il virus che provoca l’herpes genitale non può essere contrastato, ma è possibile bloccare le manifestazioni e i disturbi cutanei. A tal fine si consiglia di mangiare alimenti ricchi di lisina come legumi, carne bianca e yogurt. Da evitare le fritture e le grigliate, mentre è meglio optare per la cottura al vapore. Allo stesso tempo si sconsigliano i cibi ricchi di arginina che sembrano favorire la formazione dell’herpes genitale. Tra questi alimenti si citano: frutta secca in genere, soia, semi di zucca e di sesamo, cioccolato.

Tra i possibili rimedi naturali da utilizzare contro l’herpes genitale si consiglia inoltre di eliminare zucchero, glutine e latticini che favoriscono l’infiammazione e indeboliscono il sistema immunitario. 
Da assumere invece probiotici, magnesio, vitamina D, evitando di fumare. Grazie a questi semplici consigli è possibile rafforzare le difese immunitarie e contrastare l’herpes genitale. Per chi invece preferisce utilizzare delle erbe antivirali si consigliano: echinacea, calendula, sambuco e radice di bardana.

Gonorrea

Gonorrea

Gonorrea: i rimedi

Per ultimo parliamo della gonorrea. Quest’ultima si trasmette sessualmente e i sintomi sono generalmente perdite maleodoranti, bruciore, prurito, frequenti minzioni, sanguinamento, nausea, dolore pelvico, mal di gola, febbre con brividi, arrossamento delle parti intime. Per quanto riguarda i rimedi si consiglia di applicare dei rimedi naturali a base di olio dell’albero del te, aceto di sidro di mele o yogurt. Dal punto di vista dell’alimentazione, invece, si consiglia di mangiare aglio, alimenti ricchi di vitamina C, zinco, vitamina K, ma anche tanta frutta e verdura.

A questo punto è chiaro come ogni infezione vaginale si presenti con particolari sintomi e si trasmetta in modo differente. In caso di dubbio si consiglia di chiedere il parere del medico e una volta accertato quale sia il proprio disturbo è possibile optare per il rimedio più adatto alle proprie esigenze.

LEGGI ANCHE >> CISTITE RIMEDI NATURALI: ECCO COME FARE

Previous Post Next Post

You Might Also Like

No Comments

Rispondi